patologie

Varicocele maschile - Caratteristiche e sintomi

Il varicocele maschile idiopàtico (primitivo) è un’anomalia causata dal malfunzionamento delle valvole presenti sulle pareti interne delle vene, tale che il sangue, invece di fluire in un’unica direzione all’interno dei vasi sanguigni, torna indietro creando ristagni. Si tratta di una patologia tra le più comuni dell’apparato riproduttivo maschile della quale soffre circa il 15% degli uomini (1 su 8), insorge prevalentemente durante la pubertà e nel 95% dei casi riguarda il testicolo sinistro.
Negli uomini afflitti da varicocele, le vene testicolari, dilatate a causa di una insufficienza della vena spermatica interna, fanno aumentare la temperatura all’interno della borsa scrotale e ciò può determinare la riduzione della quantità e della qualità degli spermatozoi, compromettendo la fertilità maschile.

Sintomi

In genere, il varicocele è asintomatico e non provoca dolore, ma piuttosto un senso di pesantezza della zona interessata, più facilmente dopo aver effettuato attività fisica. Tuttavia, ne possono essere valutati visivamente alcuni sintomi e ciò è utile ai fini di una diagnosi precoce da parte del medico specialista, indispensabile per evitare la compromissione di fertilità e salute del testicolo interessato:
- vene dilatate nello scroto, con aspetto simile a un groviglio di filamenti;
- testicoli di dimensione diversa: il varicocele può essere causa di riduzione del volume testicolare;
- presenza di un nodulo non dolente nel testicolo o nello scroto: il varicocele, nella maggior parte dei casi, non causa dolore.
Come detto, il varicocele idiopàtico, in genere non è dolente, tuttavia, se aumenta di volume, potrebbero verificarsi stati dolorosi quali:
- dolore dovuto all’accumulo di sangue nello scroto (che uno slip o un sospensorio alleviano, rispetto al boxer);
- sempre per lo stesso motivo, dolore allo scroto che aumenta stando in piedi e diminuisce quando ci si corica, giacché in piedi il sangue si accumula nei vasi sanguigni mentre da sdraiati defluisce;
- aumento del dolore dopo esercizio prolungato o intenso a causa dell’aumento della pressione sanguigna;
- dolore accentuato dal caldo a causa della dilatazione delle vene che, in caso di varicocele, hanno maggiore difficoltà a far fluire il sangue al cuore.

Diversamente da quanto finora descritto, il varicocele maschile secondario non è una patologia idiopàtica (cioè non riconducibile a cause esterne note), ma è causato dalla compressione dei vasi venosi ad opera di una massa addominale (più frequentemente un tumore renale) che impedisce al sangue di defluire in maniera corretta.

Prenotazioni e Informazioni

Radiologo interventista | Ospedale Giglio Cefalù

www.ospedalegiglio.it - www.gemelligiglio.it

Per prenotare una visita, scrivere un messaggio WhatsApp al numero 331 404 8959 (PRENOTAZIONI G.GIGLIO CEFALÙ):
“Richiesta di prenotazione visita specialistica dottor Franco Valenza, radiologia interventistica”.

Dottor Franco Valenza

Studio medico
Dottor Franco Valenza
Via Fratelli Aiuto, 18
Erice C.S. 91100 (TP)